Berlusconi secondo il Financial Times (n.2) The real sin of Silvio Berlusconi

crisi

La vera colpa di Silvio Berlusconi

E’ tempo di quiz, e questa è la domanda da cento milioni. Chi è l’attraente diciottenne guastafamiglie, come viene chiamata dalla stampa europea, che recentemente ha fatto questa dichiarazione immortale: “Voglio diventare una showgirl. Ma sono anche interessata alla politica. Sono flessibile.”

Si, è Noemi Letizia, la teenager al centro della causa di divorzio intentata contro il 72enne premier italiano Silvio Berlusconi dalla moglie Veronica Lario. Leggendo l’intervista rilasciata da Noemi al Corriere del Mezzogiorno (“Canto sovente con Papi Silvio al piano, o facciamo il karaoke”), è difficile capire chi sia più dispiaciuto tra la Lario, Gino Flaminio l’ex-fidanzato di Noemi, o l’intero popolo di 60 milioni di italiani.

Flaminio ha tutte le ragioni per esserlo. Ha detto che era stato con Noemi per 16-17 mesi – “era una relazione seria” – finchè, sei mesi fa, ricevette all’improvviso una telefonata dal primo ministro. E che lui, come disse, era lui.

Flaminio probabilmente un giorno si consolerà e starà meglio senza la volubile Noemi. Per contro, i sondaggi mostrano che il popolo italiano sembra determinato a restare dalla parte di Berlusconi, il cui indice di gradimento rimane molto alto a più di un anno da quando è salito al potere per la terza volta in 15 anni.

Gli avversari di Berlusconi, dentro e fuori l’Italia, ribollono furiosamente quando vedono come lui riesce sempre a farla franca.  Ma meno di quando due settimane fa a Milano il tribunale stabilì che David Mills, un avvocato inglese arrestato per aver accettato 600,000 dollari per farsi corrompere nel 1997, è stato condannato per falsa testimonianza  per proteggere il miliardario Berlusconi e la sua holding Fininvest. In ogni altro paese dell’Europa occidentale, uno scandalo di queste dimensioni avrebbe fatto cadere il premier in un tempo minore di quello necessario per pronunciare la parola “Papi”. Ma non in Italia, dove Berlusconi l’anno scorso è riuscito a far approvare dal  Parlamento una legge che gli ha dato l’immunità penale.

Naturalmente il premier nega di aver fatto alcunchè di sbagliato e dice che è stato tutto un complotto dei giudici e dei pubblici ministeri di sinistra per distruggere la sua carriera politica. Questo rito deprimente di accuse e controaccuse tra Berlusconi ed il potere giudiziario va avanti da molti anni e non dà segno di fermarsi.

Nel giudizio della pubblica opinione, tuttavia, alcuni sono sorpresi che Berlusconi non venga ritenuto colpevole di essere stato uno dei peggiori amministratori dell’economia italiana a partire dal 1945. Il suo primo, breve governo nel 1994 non portò a termine nulla. Il suo quinquennale controllo del potere dal 2001 al 2006 viene ricordato soprattutto per la mancata approvazione delle riforme liberali di cui l’Italia ha un bisogno disperato per restare competitiva nell’eurozona. Ora, sta governando la crisi in modo tale che il Fondo Monetario Internazionale ritiene che l’Italia sarà l’unica nazione dell’eurozona in cui la recessione durerà per tre anni consecutivi, dal 2008 al 2010.

Peggio di tutto, secondo la Commissione Europea il debito pubblico italiano arriverà al 116 per cento del PIL nel 2010. In altre parole, l’Italia tornerà indiero agli ultimi anni ’90. Noemi o non Noemi, questa è la vera colpa di Berlusconi.

Annunci
Published in: on domenica, 31 maggio, 2009 at 9:59 pm  Lascia un commento  
Tags: , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://icoit.wordpress.com/2009/05/31/berlusconi-secondo-il-financial-times-2-the-real-sin-of-silvio-berlusconi/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: