Mimmo

Ieri è morto il Partigiano “Mimmo” Domenico Donesi di Caivano (NA)

La sua storia è stata resa pubblica un anno e mezzo fa da Mec Fiorucci che, raccogliendo le testimonianze degli ultimi sopravvissuti della lotta di Resistenza a Vallecrosia (IM) scoprì che Mimmo salvò la vita ai famigliari di Alberto Guglielmi detto “Nino”, un altro partigiano che venne trucidato dai tedeschi a Baiardo (IM).

In una notte del gennaio del 1945 Mimmo, remando nel maltempo per 15 miglia nautiche, portò in salvo in Francia il padre di Nino, la sorella Emilia e il piccolo fratello Bruno di 4 anni.

Negli ultimi tempi Mimmo era molto deluso e demoralizzato non solo per i suoi problemi personali, ma soprattutto per la situazione del Paese.

Osservando quanto sta accadendo in Italia e ricordando la sua esperienza partigiana e la morte del suo amico Nino, ripeteva sconfortato “Non so se ne è valsa la pena”.

Chi ha conosciuto Mimmo e gli altri partigiani sa che ne è valsa la pena, perchè la storia richiede periodicamente all’umanità dei sacrifici che solo gli uomini più grandi sono in grado di sostenere.

Provino vergogna e vadano a nascondersi tutti quelli che non sanno o non vogliono riconoscere la grandezza di queste persone.

Mimmo ci ha lasciati, gigante in un mondo sempre più affollato di nani.

Annunci
Published in: on domenica, 16 novembre, 2008 at 1:52 pm  Comments (1)  
Tags: , , , , , , ,